IMG_5658

Sono sempre stata molto abitudinaria. La mia vita mi è sempre piaciuta, ho sempre storto il naso di fronte ai grandi cambiamenti, ma poi a lungo andare ho finito per apprezzare anche quelli, proprio perchè entravano a far parte della mia quotidianità. Così, un po’ per gli stessi motivi, quando ero piccola avevo solo una bambola, un solo libro di racconti, un solo cd che ascoltavo a ripetizione, un solo cartone che guardavo a più non posso, e così via. Mi piacevano quelli e non vedevo motivo per cui avrei dovuto cercarne altri. Il racconto era quello di un folletto, che tornato a casa dopo una giornata parecchio densa di eventi, esclamava sulla soglia: “casa dolce casa, che giornata avventurosa”. Quando mamma me lo leggeva, sorridevo ogni volta. Come se Nicolino avesse potuto dire qualsiasi altra cosa, perchè era un altro giorno d’altronde, e invece aveva scelto di ripetere proprio quella frase, proprio quella per la milionesima volta.

Mi sento un po’ come Nicolino in questo inizio febbraio. Sono stati parecchi i giorni in cui varcata la soglia di casa ripetevo tra me e me la sua frase. Questi due mesi sono stati così ricchi di eventi che pare siano durati un anno intero!  Però alla fine sono sempre qui, cresciuta, più matura, con più esperienza ma sempre la solita Alice che di tanto in tanto va ancora a rispolverare quella storia e sorride al pensiero che Nicolino abbia potuto ripetere quelle parole ancora una volta, dopo circa vent’anni. Che folletto abitudinario!

D’altra parte mi guardo avanti e penso alle magnifiche cose che ho ancora da fare, sto vivendo il periodo più bello della vita perchè ho tutte le porte aperte, perchè mi sento libera di seguire il mio destino, perchè non c’è nulla di prevedibile. Sono sicura che qualsiasi cosa accadrà mi piacerà. Proprio ieri parlavo della possibilità di partire per un posto lontano in Oriente, ma per poi tornare. Partire ma con l’obiettivo di tornare “cresciuta, più matura, con qualche esperienza in più”, così come in un circolo. Che fantastica storia.

Ingredienti

 200 gr di riso

200 gr di zucca

30 gr di burro

60 gr di parmigiano

brodo vegetale

mandorle a scaglie

prezzemolo

cipolla

IMG_5659

Mettere in un pentolino una noce di burro con la cipolla tritata e bagnare con un goccio di brodo vegetale finchè la cipolla non sarà diventata trasparente. Aggiungere il riso, farlo tostare qualche minuto e poi aggiungere la zucca tagliata a cubetti. Bagnare con brodo vegetalle poco per volta fino a che il riso non sarà arrivato a cottura. Spegnere il fuoco, aggiugnere il burro freddo e il parmigiano e coprire. Dopo un minuto togliere il coperchio girare velocemente e devorare con prezzemolo e mandorle.

Annunci